Iran

La sfida

Ai cristiani, senza background islamico, l’esercizio privato della fede è concesso dalla costituzione iraniana, a patto che essi non la diffondano. L’edificazione della Chiesa in un tale ambiente è molto difficile. Anche la chiesa del nostro partner missionario è stata chiusa, perché i suoi appartenenti si sono indirizzati a musulmani interessati alla fede cristiana.

La situazione attuale nel paese

La composizione etnica dei 74 milioni di abitanti dell’Iran è varia. Accanto alle due maggiori fasce della popolazione, quelle dei persiani e degli azerbaigiani, esiste quasi una decina di altri gruppi. Il 98 % della popolazione è di religione islamica e l’„Islam sciita duodecimano“ è la religione di stato. Secondo la legge iraniana l’abbandono dell’Islam può essere punito con la pena di morte e per questo motivo la libertà religiosa praticamente non esiste.
Dall’1 aprile 1979 l‘Iran è una repubblica islamica, con un sistema che mescola degli elementi democratici e teocratici. Per via della grande influenza da parte dei religiosi sciiti e dell’applicazione della sharia, l’Iran è spesso definito come una teocrazia. Malgrado ciò molte persone sono interessate al Vangelo.

Il lavoro della SPM

Incoraggiare i pastori e le famiglie cristiane, tramite contatti personali. Nei casi in cui è necessario, la SPM offre anche assistenza giuridica.

Progetti / Ambiti di lavoro

La collaborazione avviene attraverso delle chiese già presenti nel paese ed in conseguenza di ciò la MPS non è impegnata in modo diretto in alcun progetto o ambito specifico.

Missione Pentecostale Svizzera | Segretariato generale | Hofwiesenstrasse 141 | CH-8057 Zürich | Tel +41 62 832 20 10 | E-mail